Nuove minacce stanno affliggendo gli utenti Android. Oltre alle 203 applicazioni recentemente rimosse da Google Play Store e dall’App Store, un nuovo malware pericolosissimo sta diffondendosi a macchia d’olio. Si chiama Hook e potrebbe rappresentare una minaccia reale per la sicurezza dei dispositivi Android.

Cos’è Hook

Hook è un trojan bancario che somiglia ad ERMAC, ma che potrebbe essere molto più pericoloso. Tra le attività maligne che Hook può compiere, ci sono la possibilità di controllare il dispositivo infetto, di effettuare screenshot e addirittura di camuffarsi da file manager per trasferire i dati dal telefono “vittima” a un altro dispositivo.

Come si diffonde Hook

Il malware si diffonde principalmente tramite le chat di WhatsApp. Una volta che un dispositivo è infetto, l’hacker può accedere all’account WhatsApp e inviare l’APK di Hook tramite le chat. Il file APK di Hook si presenta come “com.lojibiwawajinu.guna”, “com.damariwonomiwi.docebi”, “com.damariwonomiwi.docebi” o “com.yecomevusaso.pisifo”, ed è quindi facilmente identificabile.

Come proteggere il proprio dispositivo

Fortunatamente, per funzionare, Hook ha bisogno di avere l’accesso completo ai Servizi di accessibilità dello smartphone. Questo significa che i dispositivi Android 11 o superiori sono praticamente immune dagli effetti di questo malware.

Per garantire la sicurezza del proprio dispositivo, gli utenti Android dovrebbero sempre assicurarsi di aver installato le ultime patch di sicurezza disponibili. Inoltre, è consigliabile scaricare solo le applicazioni dal Google Play Store e non da store alternativi o da file APK di dubbia provenienza. Infine, l’installazione di un’applicazione antivirus o antimalware può aiutare a proteggere il dispositivo Android.

Für 2021 rund 28,1 milliarden euro aus. Linkedin. Cutting the cord on costs : the family iptv – best cheap iptv service.